UNA PORTA SUL MONFERRATO DEGLI INFERNOT

una porta sul monferrato

una porta sul monferrato

UNA PORTA SUL MONFERRATO DEGLI INFERNOT

Nei prossimi tre mesi saranno sviluppate le analisi relative al progetto “Una Porta sul Monferrato degli Infernot” finanziato dalla Regione Piemonte per il territorio dei 17 Comuni – collocati tra i caselli autostradali di Quattordio e di Casale – che hanno aderito e che, come ormai noto, ha come contenuto la redazione dello studio di fattibilità per facilitare l’accessibilità e la scoperta del territorio fino al cuore degli “Infernot”.

Le attività in programma coinvolgeranno tutti gli attori socio-economici del territorio. Fin dall’inizio dell’elaborazione della proposta progettuale, secondo la Legge 4/2000 della Regione Piemonte, l’approccio fortemente voluto da Fubine, capofila dell’iniziativa, è stato caratterizzato dalla volontà di creare un reale percorso teso a unire l’area della “Core Zone” e quella della “Buffer Zone” con alcuni Comuni che, pur non facendo parte del 50° Sito UNESCO, hanno colto con sensibilità l’opportunità di un “gioco di squadra”.

Il ruolo di cerniera, favorevolmente accolto dalla Regione Piemonte, è stato un modo per dimostrare come l’essere in zona perimetrale, possa invece stimolare lo sviluppo di aspetti logistici e gestionali dell’accoglienza turistica, rafforzando contemporaneamente il focus di tutti i Comuni sulla percezione del valore identitario del paesaggio e della sua cultura, nello spirito della dichiarazione UNESCO di “Patrimonio dell’Umanità”.

L’analisi di fattibilità del progetto “Una Porta sul Monferrato degli Infernot” rappresenterà un caso pilota per cambiare l’approccio classico dal “fai da te” al “fare insieme” e trovare soluzioni innovative per collaborare, individuare obiettivi comuni e facilitare il raggiungimento dei risultati.

Questa nuova visione si focalizza sullo sviluppo sostenibile partecipato per stimolare la crescita della cultura della sostenibilità sul territorio.
A tale scopo, si utilizzerà il linguaggio comune della sostenibilità previsto dagli strumenti del sistema LICET® dell’Associazione AREGAI, partner del progetto, già applicato dai Comuni di Fubine e Terruggia.

L’obiettivo è di trasformare l’esperienza del lavoro di squadra in linee guida utili per le Amministrazioni Comunali che intendono trasformare le dinamiche attuali in comportamenti virtuosi ed approcci strategici, a beneficio del territorio e di chi lo abita.

Il Comune di Fubine, dunque, per i prossimi tre mesi si trasformerà in un laboratorio partecipativo aperto a tutte le parti interessate del territorio.

Qui puoi scaricare il comunicato stampa.

INCONTRI

1 ottobre TAVOLO “GOVERNANCE”, con il coinvolgimento dei Sindaci, Presidenti e altri rappresentati di enti pubblici e della ricerca territoriale per definire gli interventi che si ritiene opportuno attivare sul territorio nel contesto generale dello studio

5 novembre: TAVOLO “PRODUTTORI DI VALORE”, con il coinvolgimento degli attori turistici e tutti gli economici che producono valore sul territorio

26 novembre: TAVOLO “VALORE PERCEPITO”, con il coinvolgimento dei rappresentati degli attori sociali (la comunità locale ed i turisti)

PROGETTO SOFTAGRI

SOFTAGRI

SOFTAGRIPROGETTO SOFTAGRI

Il progetto SoftAgri è stato prezioso per permettere un confronto internazionale con le otto associazioni partner di cinque diversi paesi europei:

Agraria Camera di Szabolcs – Szatmár – Bereg County (Ungheria)

Den Hâneker (Paesi Bassi)

Ecce – Bio (Regno Unito)

FRCIVAM Bretagne (Francia)

Libera (Italia)

Risteco (Italia)

SPN (Fondazione per i prodotti regionali nei Paesi Bassi)

Sustain: l’alleanza per il cibo migliore e l’agricoltura (Regno Unito)

Abbiamo imparato a conoscere i diversi modi con cui si esprime il concetto di sostenibilità.

Il confronto, anche con delegazioni cinesi e americane, ci ha confermato che il nostro approccio che considera 5 valori di sostenibilità è il migliore perché ha la visione olistica necessaria per considerare tutti gli aspetti del ciclo di vita della filiera agroalimentare.

Il risultato del progetto è stato una relazione descrittiva delle varie iniziative dei diversi partner

SETTIMANA UNESCO DESS 2014

settimana unesco

settimana unesco

Il DESS (Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2014) è una campagna mondiale proclamata dall’ONU e coordinata dall’UNESCO, allo scopo di diffondere valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse del pianeta.

In questo contesto, ogni anno a Dicembre l’UNESCO, promuove una settimana dedicata a questi valori, il cui tema varia di anno in anno. AREGAI, riconoscendosi nei valori, ha sottoposto all’UNESCO la propria candidatura, proponendo un programma educativo fondato sui valori del sistema proprietario LICET®.

le nostre iniziative hanno ottenuto il patrocinio UNESCO, rilasciato per l’alto spirito scientifico ed educativo, per la promozione di una cultura capace di facilitare un concreto sviluppo sostenibile locale ed internazionale, ed ha inserito nel calendario i nostri progetti

settimana unesco

SETTIMANA UNESCO DESS 2014

 

Dopo il 2012 e 2013, anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, l’Associazione AREGAI TERRE DI BENESSERE ha ottenuto il prestigioso patrocinio Unesco con l’organizzazione dell’ “Incontro Attivo” L’UNIONE FA LA FORZA!, inserito anche nel Programma Nazionale delle Iniziative per la Settimana UNESCO di Educazione Eco Sostenibile: PER BUONA EDUC-AZIONE 24-30 Novembre 20124. Vi aspettiamo, dunque, numerosi!

L’UNIONE FA LA FORZA!
PER L’ECONOMIA DEL TERRITORIO E’ QUESTIONE DI SAPERE ACCOGLIERE
Sabato 29 Novembre 2014, dalle 9,30 • Fubine (AL)

Questo evento rappresenta l’appuntamento “zero”, il format che desideriamo portare in giro nel 2015; l’obiettivo è lanciare da Fubine un tour nazionale ed internazionale (a partire da territori già aderenti ad AREGAI) con laboratori presso le amministrazioni locali e i territori che decidono di conoscere ed adottare LICET® per crescere in modo collaborativo, efficace e strutturato.

L’obiettivo è attivare nuove modalità di interconnessione tra i territori che mettano al centro non solo lo scambio economico-commerciale e turistico, ma anche quello di esperienze, opinioni e progetti per vincere la sfida di continuare a promuovere la sostenibilità in tutte le regione italiane e del mondo.

L’evento è stato pensato per creare un momento di incontro e scambio tra le forze economiche e sociali organizzate che rendono onore ai Territori, a partire da quelli ineguagliabili e riconosciuti da UNESCO come i PATRIMONI DELL’UMANITÀ, a quelli che stanno conquistando il mondo con prodotti di eccellenza e che verranno presentati nella cornice dell’EXPO 2015.

Sfida che abbiamo percepito essere stata lanciata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO in questo anno di celebrazione della chiusura del Decennio UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2014.

Vogliamo motivare l’orgoglio di appartenenza al territorio e la volontà di perseguire il medesimo obiettivo: lo sviluppo socio-economico sostenibile sul territorio.

Vogliamo che tutti i territori italiani e del mondo possano iniziare a fare rete tra loro, a prescindere alla loro collocazione e caratteristiche, per crescere insieme ed orientarsi verso il FUTURO CON PIÙ RICCHEZZA E BENESSERE PER TUTTI.

Il pubblico sarà composto da soggetti coinvolti direttamente nell’accoglienza turistica (come HO.RE.CA, proloco, gruppi di sviluppo locale, associazioni culturali del territorio, etc.) sia soggetti che contribuiscono alla gestione e allo sviluppo del territorio (come Comuni, enti di gestione ambientale, trasporti, servizi socio-sanitari, protezione civile, etc.).

INVITO rivolto a tutti coloro che desiderano presentare la propria esperienza di territorio, idea o progetto, impresa o Ente: per partecipare è necessario prenotarsi come “PARTECIPANTE” sul sito www.aregai.it o direttamente utilizzando il link sottostante.

Vi forniremo ulteriori dettagli sull’organizzazione dell’evento e delle modalità di presentazione.

Scarica il programma dell’iniziativa.

SETTIMANA UNESCO DESS 2013

settimana unesco
settimana unesco

Il DESS (Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2014) è una campagna mondiale proclamata dall’ONU e coordinata dall’UNESCO, allo scopo di diffondere valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse del pianeta.

In questo contesto, ogni anno a Dicembre l’UNESCO, promuove una settimana dedicata a questi valori, il cui tema varia di anno in anno. AREGAI, riconoscendosi nei valori, ha sottoposto all’UNESCO la propria candidatura, proponendo un programma educativo fondato sui valori del sistema proprietario LICET®.

le nostre iniziative hanno ottenuto il patrocinio UNESCO, rilasciato per l’alto spirito scientifico ed educativo, per la promozione di una cultura capace di facilitare un concreto sviluppo sostenibile locale ed internazionale, ed ha inserito nel calendario i nostri progetti

settimana unesco

SETTIMANA UNESCO DESS 2013

IL PAESAGGIO A MISURA D’UOMO

Uniamo le forze: Insieme LICET!
Sabato 23 novembre 2013 – Biblioteca Civica, Via Marconi 66, Novi Ligure (Al)

“I Paesaggi della bellezza: dalla valorizzazione alla creatività” è il tema che il Comitato Nazionale UNESCO, per il decennio di educazione allo Sviluppo Sostenibile ha scelto per l’ottava edizione della Settimana DESS, che si terrà dal 18 al 24 novembre 2013 su tutto il territorio nazionale.

AREGAI Terre di Benessere entrerà in scena sabato 23 novembre, a Novi Ligure con un workshop creativo al quale ha invitato a partecipare relatori impegnati nell’elevare la cultura delle comunità locali per un importante salto di qualità, per il bene di tutti: dalle famiglie alle aziende, dalla pubblica amministrazione agli operatori economici.

L’appuntamento è a Novi Ligure, la terra di Marenco, una scelta non casuale: perchè anche noi crediamo nella forza delle idee, al valore della creatività, alle potenzialità del capitale intellettuale del territorio.

Il workshop ha la caratteristica di coinvolgere relatori dalla grande esperienza di sviluppo di comunità e reti sul territorio.

Una parte creativa e operativa li condurrà ad utilizzare il sistema LICET® che li aiuterà a lavorare insieme per creare il primo PROGRAMMA LICET® condiviso: perché, come, quando, dove lavorare insieme; ognuno con le proprie risorse e talenti, per ottenere un effetto sinergico potente. Si parte dalla valorizzazione della creatività per un concreto sviluppo sostenibile dei territori. Il workshop sarà registrato e messo in rete per la sua diffusione: un modo nuovo per far lavorare efficacemente le menti, senza impatti ambientali, ma con un ritorno sociale infinito e zero impatti ambientali.

A Novi Ligure il successo della prima palestra per la mente

LICET®, SI SCIOLGONO I “MUSCOLI”, CRESCONO LE IDEE

Grande partecipazione all’innovativo workshop organizzato da AREGAI per la Settimana Unesco. Assegnata l’Etichetta LICET® al Festival Marenco

Quando si mettono insieme idee, forza ed entusiasmo, il risultato può sembrare scritto addirittura prima di incominciare.

Ma ci vuole qualcosa di ancora più importante, per raggiungere davvero gli obiettivi prefissati: serve la disponibilità a mettersi in gioco, a condividere, a trovare un equilibrio comune capace di valorizzare le qualità di tutti.

Ecco il segreto del successo della prima “palestra per la mente LICET®”, svoltasi lo scorso fine settimana nella Biblioteca Civica di Novi Ligure. Molto più di un convegno, molto più di un workshop: una palestra a tutti gli effetti, una fucina di idee e un luogo di esercizi per prendere spunto, scatto e velocità. L’evento – dal titolo “Il paesaggio a misura d’uomo” – era inserito nel programma nazionale “I paesaggi della bellezza dalla valorizzazione alla creatività”, argomento della Settimana UNESCO di educazione allo sviluppo sostenibile, e organizzato dall’Associazione Aregai Terre di Benessere.

Gli obiettivi erano molteplici: innanzitutto mettere a confronto i principali “attori” del territorio a livello locale e nazionale; in secondo luogo coinvolgere le realtà più evolute e sensibili alle opportunità di crescita individuale e collettiva offerte da una programmazione dello sviluppo del territorio efficace e sostenibile; infine, presentare l’innovativo Sistema LICET® e raccogliere contributi di idee e collaborazioni per consolidare le fondamenta di una realtà che propone un radicale cambio di mentalità a tutti i livelli della società puntando con forza all’obiettivo principe del benessere collettivo.

Fra i relatori intervenuti all’evento, Sandro Chiriotti, membro del comitato direttivo di AGENS (Associazione degli Agenti di Sviluppo Locale) e referente per il Piemonte; Alessandro Ristaino, delegato Piemonte di Assoreti PMI; Daniela Caldaroni dell’Associazione JAK Italia, progetto di banche sostenibili e business sociale; Marinka Vignali, segretaria dell’Associazione ARESS (Arab Renewable Energy and Sustainability Society); oltre a Giorgio Borgiattino ed Enza Laretto, rispettivamente presidente AREGAI e coordinatrice del Comitato Tecnico Scientifico dell’Associazione. LICET®, che gli addetti ai lavori hanno ormai imparato a conoscere e ad apprezzare, è un sistema innovativo per lo sviluppo sostenibile, basato sui modelli e metodi di gestione internazionali e integrabile con i più diffusi schemi di certificazione e di tutela.

Nasce da valori forti – come l’amore per il territorio, la reciproca collaborazione, la cultura, la formazione e la consapevolezza dei cittadini – e si basa su un metodo scientifico elaborato da professionisti esperti del settore per la progettazione, gestione, valutazione e interazione di tutte le risorse umane ambientali e imprenditoriali del territorio.

L’obiettivo è dare concretezza immediata al concetto di sostenibilità, promuovendo attività specifiche e mirate a vantaggi tangibili per la collettività. LICET®, infatti, è molto più che un marchio di sostenibilità: è un ponte attraverso il quale tutti gli attori del territorio possono incontrarsi, comunicare, produrre, crescere, creare ricchezza e cultura. È un modo di lavorare, un linguaggio comune e condiviso, uno stile di vita. La sintesi del sistema LICET® si esprime nell’ETICHETTA LICET®: una carta d’identità mirata a valorizzare ogni singola azienda, prodotto, Comune ed esercizio pubblico, esprimendone il livello di sostenibilità e offrendo ai cittadini e ai consumatori un’informazione completa per una fruizione consapevole.

Un documento sintetico che, in realtà, è il risultato di un lavoro articolato in varie fasi successive svolto da LICET® ponendosi gomito a gomito con gli attori del territorio. LICET®, infatti, misura risorse e competenze, consente una formazione di alto livello e costantemente aggiornata, insegna a valorizzare i propri prodotti, aiuta a crescere, migliora la comunicazione consentendo un dialogo immediato e proficuo tra tutte le parti coinvolte.

E proprio durante il workshop, Patrizia Orsini, direttrice della Biblioteca Civica di Novi Ligure, ha ricevuto l’ETICHETTA LICET® per il Festival Marenco, l’importante rassegna annuale dedicata al celebre musicista novese.

Un esempio concreto della versatilità del sistema LICET® e della sua capacità di “misurare” scientificamente ogni aspetto del territorio, individuandone i valori, la forza del suo contributo allo sviluppo, le eventuali criticità da superare e le strade da percorrere per crescere in forza ed efficacia.

Ai lavori del workshop – o, meglio, agli esercizi della “palestra per la mente” – hanno partecipato attivamente numerosi fra i più autorevoli rappresentanti delle diverse “anime” del territorio, dal mondo politico e amministrativo al tessuto imprenditoriale, dall’ambito formativo al settore delle certificazioni, dal volontariato al no profit.

«Ringrazio tutti coloro che hanno accolto il nostro invito, sfidando anche il maltempo di una rigida mattinata autunnale – ha dichiarato Giorgio Borgiattino, presidente AREGAI – È merito di tutti i relatori e i partecipanti, oltre che dell’affabile accoglienza del Comune di Novi Ligure, se l’ambiente si è rapidamente “riscaldato” di idee, entusiasmo e voglia di fare. Crediamo fermamente nei valori che sono alla base di LICET® e oggi più che mai, dopo i contributi e la solidarietà ricevuti nel workshop, siamo convinti di essere sulla strada giusta per ottenere importanti risultati»

Settimana UNESCO DESS 2012

settimana unesco

settimana unesco

Il DESS (Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2014) è una campagna mondiale proclamata dall’ONU e coordinata dall’UNESCO, allo scopo di diffondere valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse del pianeta.

In questo contesto, ogni anno a Dicembre l’UNESCO, promuove una settimana dedicata a questi valori, il cui tema varia di anno in anno. AREGAI, riconoscendosi nei valori, ha sottoposto all’UNESCO la propria candidatura, proponendo un programma educativo fondato sui valori del sistema proprietario LICET®.

Le nostre iniziative hanno ottenuto il patrocinio UNESCO, rilasciato per l’alto spirito scientifico ed educativo, per la promozione di una cultura capace di facilitare un concreto sviluppo sostenibile locale ed internazionale, ed ha inserito nel calendario i nostri progetti.

settimana unesco

SETTIMANA UNESCO DESS 2012

“Madre Terra: Alimentazione, Agricoltura ed Ecosistema”

Questo il titolo della Settimana UNESCO 2012 che si inquadra nel DESS – Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005 – 2014, campagna mondiale proclamata dall’ONU e coordinata dall’UNESCO, allo scopo di diffondere valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse del pianeta.

PROGETTO PRESERVE

preserve
preservePROGETTO PRESERVE

Il progetto PRESERVE partito nel 2011 con le fondazioni olandesi Van Eigen Erf en Vriendelijke Keukens.

Cuore del progetto è il desiderio di stimolare lo sviluppo di forme di collaborazione Italia-Olanda sul tema della sostenibilità delle filiera enogastronomiche e turistiche.

Abbiamo conosciuto con diverse imprese di Limburgo e del Monferrato, fornendo ai partecipanti uno sguardo “più da vicino” sull’approccio alla sostenibilità.

Ciò è stato fatto da quattro diversi punti di vista:

  1. Rifiuti alimentari
  2. Logistica ed energia
  3. Natura e paesaggio
  4. Agro-biodiversità

E’ stato utilizzato il modello LICET® per misurare e comunicare la sostenibilità. Un utile supporto per visitare le imprese, trarne esperienze costruttive conoscendo in modo approfondito le singole capacità e competenze nel concretizzare nel lavoro quotidiano i criteri della sostenibilità.